Manifestazioni varie - Gruppo Alpini Piovene Rocchette

Vai ai contenuti

Menu principale:

Manifestazioni varie

Eventi / manifestazioni

  PER NON DIMENTICARE

La Lampada Votiva dal passaggio per Piovene Rocchette fino al Colle dove si Erge l'Ossario del Pasubio

3 e 4 settembre 2016




      


                                  






Commemorato oggi, 23 luglio 2016,

il 100nario della conquista del Monte Cimone di Arsiero



Oggi pomeriggio, alle ore 16,30, gli alpini di Piovene Rocchette, con breve ma intensa cerimonia hanno portato un fiore sulla tomba di Francesco Novembrini che per questa battaglia si guadagnò la Medaglia di Argento al V.M.

Il 23 luglio 1916 gli alpini del Battaglione “Val Leogra” con audacia e determinazione riuscirono ad occupare l'agognata Vetta, nonostante l'accanita resistenza degli A.U. Alle ore 16,30 le trincee sono saldamente in mano agli alpini. Per questa impresa Novembrini, meglio conosciuto con il soprannome di Cheko Calabrese, venne decorato con la Medaglia di Argento.

E' stato pure citato Gregori Antonio, pure lui partecipe dell'impresa e dell'assalto finale, decorato con Medaglia di Bronzo, purtroppo alla memoria.

Si è voluto ricordare qui tragici eventi perché non vada persa la memoria.


Mentre sto scrivendo queste poche righe, sono più volte chiamato al telefono, mi si rimprovera perché le foto di questa modesta cerimonia, che aveva il solo scopo di ricordare quanto accaduto 100anni fa, sono pubblicate su di un sito non apropriato. La cosa mi rattrista, tengo a precisare che da parte mia, e penso anche dei presenti, non c'era alcuna intenzione politica, i colori degli alpini sono: il Verde, come le Montagne, il Bianco, come i ghiacciai, il Rosso, come il sangue versato per la Patria!

Per tanto nessun colore politico per gli Alpini!

Bruno Boriero 25/07/2016



                                                                                 Cimitero Vecchio di Piovene Rocchette la tomba di Francesco Novembrini

                                                                                              





NOVEMBRE 2015


Mercoledì 4 : celebrata la Giornata dell'Unità Nazionale, delle forze Armate e della Vittoria ! Dopo la S. Messa in suffragio ai Caduti di tutte le guerre, il corteo si è recato al Monumento. Passando davanti al Municipio, sono state poste due corone d'alloro davanti alle lapidi che ricordano il sacrificio di Ulisse Dellai e Francesco Bernardi. La cerimonia si è conclusa al Monumento dedicato ai Caduti Piovenesi.

Dopo aver scoperto l'obice da 10 cm A.U. (preda bellica della G.G.) , posato la corona d'alloro, Ciro Tosi ha letto la preghiera dei Combattenti. Successivamente hanno preso la parola le varie autorità: il Sindaco dei ragazzi e il Sindaco di Piovene Rocchette. I due Sindaci hanno ricordato gli oltre 650mila Caduti della G.G. Personalmente ho lanciato un appello affinché nelle scuole si studi questo pezzo di storia , in quanto anche i Piovenesi hanno pagato un elevato contributo di sangue.

Ben 95 sono i Caduti e questo non va dimenticato. Mai!